SCUOLA DI EQUITAZIONE

SCUOLA DI EQUITAZIONE

Il nostro maneggio si avvale di una figura professionale specializzata in Ippoterapia e Ribilitazione Equestre presso la cattedra di Neuropsichiatria Infantile - Università di Firenze.


Claudia Rabezzana, Propedeuta all'equitazione.
Qui di seguito le sue qualifiche:

- Consigliere nazionale regionale Piemonte Lega Attività Equestri UISP
- Istruttore OSVUISP
- Accompagnatore di Turismo Equestre Regione Piemonte
- Operatore abilitato UISP per Attività Ludico Sportive con diversamente abili e autistici

 

Attività Pratiche e tecniche:
- Avvicinamento al cavallo da terra e sua gestione

- La comunicazione, il trasmettere fiducia e il relazionarsi con il cavallo.

- Equilibrio, armonia in sella e le tre andature

L’attività propedeutica si basa su tre principi:

1) Il cuore per sentire

Il cavallo ha da sempre scatenato nell’uomo una sorta di strano fascino, di magia, di attrazione. Spesso però soprattutto in una società come la nostra dove la competizione e l’apparire sono prioritari, si dimenticano i principi fondamentali di questo animale.

Il rispetto del suo essere primordiale e il saper comunicare con lui, utilizzando il suo linguaggio con i suoi simili, sono alla base di un approccio basato sulla fiducia e il rispetto reciproco.

Per ottenere questo risultato è necessario che sia l’essere umano a comprendere e utilizzare il linguaggio del cavallo, liberando il suo cuore e entrando in una filosofia di vita specifica di chi vive in branco per esigenze di sopravvivenza , di chi è preda e non predatore, con gerarchie che si stabiliscono di volta in volta.

È una filosofia di vita molto affascinante e coinvolgente, che ti permette di conoscerti a fondo, di sviluppare la tua sensibilità, di confrontarti con un essere vivente profondamente diverso da te, di instaurare in rapporto di amicizia leale e reciproco in crescita continua.

2) La mente per agire

L’essere umano è dotato della capacità di ragionare, di decidere in base alle circostanze e in base al suo obiettivo da raggiungere. In questo caso, non si parlerà più di istinto di sopravvivenza ma di mente, di volontà.

La nostra mente è in grado di influenzare la nostra vita, addirittura le reazioni fisiche del nostro corpo, ad esempio quando parliamo di disturbi psicosomatici. Possiamo quindi comprendere quanto sia forte e determinante.

In qualsiasi sport, nella vita quotidiana, in quella lavorativa, nella scuola, l’utilizzo corretto della nostra forza di volontà può farci raggiungere risultati inaspettati.

Amo chiamare questa forza “forza d’intenzione”.  È il saltare l'ostacolo vedendo se stessi e il cavallo già al di lè dello stesso, con la sicurezza interiore che sia così.

È molto complesso e difficile da spiegare in poche righe, ma con il giusto lavoro ognuno di noi può imparare a incanalare e sviluppare questa sua forza in ogni aspetto della vita, sopratutto relazionale.

3) La conoscenza per crescere

Si tratta dell’esperienza che si matura avvicinandosi al cavallo in maniera corretta e consapevole e della capacità di gestire l’animale sia negli aspetti di vita quotidiana che di emergenza. Ma è anche la conoscenza della tecnica specifica per la disciplina che hai scelto. Tutto ciò ti permette di vivere questa tua passione riducendone i rischi e facendoti divertire.

Ovvio è che la scelta di una disciplina e il perfezionamento della sua tecnica specifica possono avvenire se esiste già una base solida del come rapportarsi con il cavallo da terra, di come essere in armonia con lui alle tre andature e se già abbiamo consapevolezza di quale sport vogliamo intraprendere, non dettata dalla moda ma scelta in base a quello che il cavallo riesce a trasmetterci, a farci vivere, a farci sognare.

Il mio obiettivo è fornirti tutte le basi fondamentali per permetterti di scegliere consapevolmente quale disciplina portare avanti con il tuo nuovo amico per far uscire quella parte di te stesso fatta di attitudini, di sensazioni e di sogni nascosti che è dentro ad ognuno di noi.

 

"Non può esistere scelta consapevole se prima non esistono conoscenze consapevoli."